Il Passito del Dottore

Passito del dottore

Il Passito di Malvasia veniva offerto al dottore del paese in visita nelle case della Val Tidone ed è oggi il modo migliore per concludere il pasto

Tipologia: Passito di Malvasia

Uve: Malvasia aromatica di Candia in purezza
Uva storica. Grappolo medio, conico, piramidale, spesso alato, semispargolo (130-200 gr). Acino medio sferoidale. Buccia sottile e consistente, poco pruinosa, di colore giallo dorato con punteggiature marroni.  Succo aromatico.

Vigneto: Mappale territoriale, Vicobarone, Ziano Piacentino

Vinificazione: spremitura soffice e fermentazione a temperatura controllata in vasche inox per 4-5 gg sia con lieviti indigeni che selezionati

Affinamento: 6 mesi in contenitori inox e almeno  un anno in bottiglia;

Colore: giallo tendente all’oro, sfumature argentate, cromatura limpida e pulita; ottima base glicerica (5,7- 6,5 g/l) argentata e densa

Profumo: tipico dell’uva aromatica, quasi moscato, si fonde con quelli di frutta a bacca bianca e un finale esotico; buona l’acidità e l’equilibrio olfattivo

Sapore: pieno, armonioso e fruttato, ricorda il gusto dell’uva aromatica che si fonde con la pesca gialla matura, un volare di salvia e con un finale agrumoso; equilibrata l’acidità, idem il ph (3,2) che rende la dolcezza di questo vino piacevole

Sensazioni: particolare, armonico sia al naso che in bocca, lievemente aromatico, si presenta fresco e fruttato con pienezza di polpa e buona freschezza enologica

Servizio: degustarlo a 10° – 12 °C (estate), 13 – 15 °C (inverno); bicchiere alto e bombato a forma di tulipano chiuso

Abbinamento: va provato con formaggi d’alpeggio, erborinati tenui, nonché con macedonie di stagione ed agrumi (arance, mandarini, mandaranci) e prodotti da forno

Salva